Il Museo della Canapa ha sede nel cinquecentesco palazzo comunale di Sant’Anatolia di Narco e costituisce una delle antenne dell’Ecomuseo della Dorsale Appennica Umbra.

Valnerina: Saper fare

Valnerina, una terra dove il talento incontra il “saper fare”. Un territorio in cui la natura s’intreccia con la mano dell’uomo. Un luogo dove vivere un’esperienza autentica, tra memoria, tradizione, arte e contemporaneità. Tante storie che ci consegnano un’identità costante nel tempo: il sapere come trasmissione della conoscenza.

Nell’Ecomuseo che comprende tutta la Valnerina sintetizzando il rapporto tra ambiente e manualità nella ricerca del futuro. Il saper fare è un “bene comune” che appartiene a una comunità che vuole rinascere, e che approda al design in quanto strumento per un nuovo futuro.

Ecomuseo

L’Ecomuseo della Dorsale Appenninica Umbra è una delle realtà, diffuse in tutta la Valnerina, nata alla scopo di conservare e tramandare le tradizioni e i mestieri che appartenevano alla sua comunità.

È diviso in antenne, centri di ricerca etnografica dislocati nel territorio, che hanno come finalità quella di conservare la cultura materiale e immateriale della realtà in cui sorgono. Canapa e tessitura, norcineria, tartufo, scuola chirurgica e tradizione orale sono solo alcuni dei tematismi di queste antenne che, partendo da raccolte di oggetti provenienti dal territorio, diventano un luogo di incontro tra varie generazioni o tra comunità e realtà culturali.

L’esperienza laboratoriale svolta al loro interno diventa il cuore dell’antenna stessa, e attraverso questa si realizza un’opera costante di scambio di pratiche e trasmissione di competenze.

Fuori dal museo

Il territorio vive anche grazie a percorsi tematici che promuovono la sua conoscenza attraverso l'integrazione di diversi aspetti e realtà ambientali, culturali, artistici, produttivi e sociali, che compongono l’inestricabile intreccio fra natura e cultura. Ne sono un esempio il Parco Geologico della Valnerina, il tracciato dell'ex-ferrovia Spoleto-Norcia, la Greenway del Nera.