Fabric-Action c/o Botteghe, cantieri culturali alla Liza

Fabric-Action c/o Botteghe, cantieri culturali alla Liza

FABRIC-ACTION: DA MILANO A PALERMO PASSANDO PER SPOLETO
LE SORPRENDENTI APPLICAZIONI DELLA CANAPA IN TOUR LUNGO LA PENISOLA

Dopo il successo alla Milano Design Week e la speciale partecipazione al 60° Festival di Spoleto, la mostra Fabric-Action approda a Palermo all’interno della prestigiosa cornice IDESIGN 2017 – itinerari storici e contemporanei. Sette delle 11 sorprendenti applicazioni con la canapa realizzate nell’ambito dell’iniziativa Fabric-Action, promossa da Regione Umbria, Fondazione Politecnico e Polifactory di Milano in collaborazione con il Museo della Canapa di Sant'Anatolia di Narco, saranno esposte dal 9 al 19 novembre presso le Botteghe nei Cantieri Culturali alla Zisa a Palermo.

Fabric-Action è più di una mostra. È la dimostrazione che talento, qualità e bellezza, tradizione ed innovazione, legate al saper fare artigiano, sono le caratteristiche che contraddistinguono l’Umbria. Nei primi mesi del 2017 designer affermati e giovani progettisti emergenti si sono incontrati e hanno colto la sfida di lavorare con una sola materia prima: la canapa. 

Sono nate così otto proposte innovative e tre progetti speciali che utilizzano questo materiale per dar vita a sorprendenti applicazioni: dagli strumenti musicali agli oggetti per l’infanzia, dai complementi d’arredo ai dispositivi interattivi per la purificazione ambientale, fino alle esperienze gastronomiche. Soluzioni a impatto zero ed eco-friendly, che propongono la canapa come materia prima perfetta per un’economia circolare. 

Prototipati in Polifactory, il makerspace del Politecnico di Milano, i progetti sono stati inizialmente esposti durante la Milano Design Week e successivamente a Palazzo Collicola Arti Visive a Spoleto fino al 30 agosto. La mostra è ora giunta a Palermo nell’ambito della più famosa manifestazione del Sud Italia dedicata al design. Per la prima volta, I-Design si apre alle collaborazioni museali e istituzionali ospitando sette degli 11 progetti di Fabric-Action: Famiglia Battenti (strumenti da percussione) di Lorenzo Palmeri, Sohat (cappellino) di Matteo Ragni e Fernando Contreras Wood, Kinesis (altalena) di Libero Rutilo e Ekaterina Shchetina, UpLight Bass (Strumento musicale elettrico a corde) di Stefano Ivan Scarascia, Delta9 (skateboard) di Gabriele Basei, CanapÈ (biscotti a base di canapa) di Francesco Bombardi, e Napaca (kit di merchandising per il Museo della Canapa) di Gabriele Lorusso, Luca Notarfrancesco e Luca Venturelli

Per la Regione Umbria il design è parte di un’azione di branding territoriale finalizzata a promuovere anche la creatività e il saper fare artigiano, tra tradizione e innovazione, propri della Regione, dove l’arte in molteplici declinazioni è fonte di ispirazione per la vita e le produzioni economiche contemporanee.


L’iniziativa di sperimentazione-innovazione per il sostegno della Valnerina è nata con l’obiettivo di promuovere e rilanciare la creatività e il saper fare umbro. Fabric-Action, infatti, grazie al suo duplice livello di collaborazione istituzionale e tecnico-scientifica, si propone di contribuire alla ricomposizione dell’economia della Valnerina: una terra dove storia e contemporaneità si fondono armoniosamente e un luogo dove il talento incontra il “saper fare” come esercizio quotidiano da millenni.

I SETTE PROGETTI DI FABRIC-ACTION SELEZIONATI PER PALERMO

Famiglia Battenti – Strumenti da percussione
di Lorenzo Palmeri

Sohat – Cappellino
di Matteo Ragni e Fernando Contreras Wood

Kinesis – Altalena
di Ekaterina Shchetina e Libero Rutilo

UpLight Bass – Strumento musicale elettrico a corde
di Stefano Ivan Scarascia

Delta9 – Skateboard
di Gabriele Basei

CanapÈ – Biscotti a base di canapa
di Francesco Bombardi

Napaca – Kit di merchandising per il Museo della Canapa
di Gabriele Lorusso, Luca Notarfrancesco e Luca Venturelli