23 Maggio: il giorno della canapa

23 Maggio: il giorno della canapa

Il 23 maggio, in Valnerina, è il giorno tradizionalmente dedicato alla semina della canapa.

Stando ai racconti di Eugenio, di Angelo, di Gildo, di Dino e degli altri canapai che abbiamo avuto modo di conoscere nel corso delle nostre campagne etnografiche, la canapa, a Sant'Anatolia di Narco e dintorni, veniva piantata ogni anno proprio il 23 maggio.

Ma come mai tutti i coltivatori di canapa della nostra zona, riportano questa data?
La tradizione vuole che il 22 maggio, giorno della festa di Santa Rita da Cascia, tutti i contadini della Valnerina che dovevano seminare canapa si recassero proprio a Cascia per la benedizione dei semi durante la messa per la Santa patrona.
Chi non poteva recarsi a Cascia si rivolgeva al prete del proprio paese per ricevere la benedizione dei semi, e il giorno dopo la festa – cioè il 23 maggio – questi venivano messi a coltura nelle cosiddette "canapine", i campi coltivati a canapa.

La devozione popolare nei confronti della “Santa dei casi impossibili" in questa zona è molto sentita e, inoltre, a questo periodo corrisponde la  fine delle gelate invernali: la stagione si avvia al bello, e comincia il periodo migliore per lo sviluppo e la crescita di questa pianta.
Ancora oggi qualcuno si ricorda ancora un detto locale su questo legame tra Santa Rita e la canapa: "Lu jornu doppo Santa Rita la canapa ju lu campo è jita" (il giorno dopo Santa Rita la canapa è andata giù nel campo).

In zone pianeggianti e più “calde”, come Foligno, Bevagna e dintorni, la bella stagione arriva prima: per questo la tradizione della canapa qui è “anticipata”. La semina, infatti, si fa coincidere con la festa di San Giuseppe (il 19 marzo) mentre si raccoglie il 27 luglio, giorno dopo Sant’Anna.
Nelle zone collinari della Valnerina, invece, la data del raccolto è tradizionalmente legata alla Madonna di Settembre (l’8 settembre).

Come ogni anno la tradizione legata alla semina della canapa viene rispettata e, grazie agli imprenditori agricoli (tra cui, a sorpresa, diversi giovani!) di Sant'Anatolia e di alcune realtà commerciali del territorio la canapa torna oggi rigogliosa nei nostri campi.
Perciò, quale giorno migliore di questo martedì 23 maggio per dare il benvenuto al campo di canapa che renderà verdi le nostre campagne per tutta l'estate? Seguiteci nei prossimi mesi: vi terremo aggiornati sulla crescita di questa pianta dei mille utilizzi... E, quando diciamo mille, non ci allontaniamo molto dalla realtà: sapete che con la canapa si fanno anche diversi cocktail?
Quest’estate, passate da Sant’Anatolia di Narco a rinfrescarvi!